Che 2022 sarà quello di (RI)GENERIAMO ? Lo abbiamo chiesto a Marco Lucarno, co-fondatore e amministratore della società benefit sostenuta da Leroy Merlin Italia.

Quali sono le attività e i progetti principali su cui si concentrerà (RI)GENERIAMO nel prossimo anno?

Quando parlo di (RI)GENERIAMO uso di solito un’immagine che è quella delle scatole. Nel senso che (RI)GENERIAMO è la scatola più grande, all’interno della quale ve ne sono molte altre. Queste altre rappresentano fondamentalmente le linee di business e progettuali che l’azienda porta avanti. E che nel 2022 continuerà a sviluppare.

Le “scatole” all’interno cresceranno più di dimensione o di numero?

Direi entrambe le cose. Ad esempio, fra i progetti su cui abbiamo in programma una forte accelerazione nel 2022, c’è sicuramente “L’Energia del Bosco“, in particolare per quanto riguarda i crediti collegati alla CO2 non emessa o assorbita proprio grazie alle attività che si realizzano. Quest’anno in sostanza abbiamo gettato le basi avviando due progetti in Valsesia , ma solo con l’anno prossimo inizieremo a calcolare i crediti di CO2, a vedere cioè i primi risultati concreti. È nostra intenzione andare oltre la Valsesia, attivando progetti simili in altri territori. Ad esempio in Emilia, dove potrebbero esserci collegamenti con quei consorzi e cooperative che raggruppano tutta una serie di proprietari terrieri e boschivi. Attraverso PEFC, che è partner del progetto, abbiamo già registrato un interesse significativo di un certo numero di soggetti, di imprese. Forse anche perché fino a oggi, di fatto, nessuno aveva ancora provato a creare, almeno in questi termini, un trait d’union strutturale tra i proprietari di boschi da una parte e, dall’altra, le imprese che hanno necessità di compensare le proprie emissioni di CO2 per ridurre il proprio impatto ambientale.

Su quali altri progetti è prevista un’accelerazione?

Sicuramente “I FormidAbili“. Nel 2022 sarà esteso progressivamente a tutti i 50 Negozi di Leroy Merlin in Italia. Per ogni punto vendita contiamo di attivare due o tre tirocini. Anche qui posso dire che stiamo ricevendo commenti molto positivi, oltretutto I FormidAbili hanno anche avuto un’ottima visibilità sui media . Stiamo ragionando, inoltre, sui modi per andare anche all’esterno di Leroy Merlin Italia, per proporre cioè il progetto anche ad altre aziende. Un allargamento è nei piani anche per il progetto Terra Inclusiva , attivo al momento solo sulla piazza di Roma dov’è partito quest’anno. Nel 2022 stiamo lavorando per farlo partire a Torino. Anche qui naturalmente il sogno, o se vogliamo in termini più aziendali l’obiettivo di lungo periodo, è quello di poterlo riproporre a livello nazionale, su tutta la rete dei nostri punti vendita. Che è poi lo stesso obiettivo che abbiamo per il progetto delle sartorie sociali, GenerAtelier. Dopo averlo fatto partire con prodotti quali le mascherine di protezione, che sono state il primo prodotto in assoluto di (RI)GENERIAMO, e con altri articoli tessili realizzati insieme a Made in Carcere anche in vista delle festività natalizie del 2020 (anche per questo Natale 2021 nei Negozi Leroy Merlin ci sono articoli tessili di (RI)GENERIAMO, ad esempio decorazioni natalizie, nel 2022 ci proponiamo di far lavorare le sartorie sociali non più su singoli progetti ma con continuità. Come? Integrando il loro lavoro nei servizi di sartoria che già vengono offerti, penso ad esempio alla messa a misura delle tende, dai punti vendita di Leroy Merlin.

Ci saranno anche delle “new entry”?

Anche se non possiamo definirlo un vero e proprio progetto nel senso di attività da realizzare, nel 2022 potrebbe essere l’anno in cui (RI)GENERIAMO riceverà la certificazione come B Corp, un obiettivo per noi importante. In questi mesi abbiamo iniziato a sottoporci al processo di valutazione, che speriamo si concluda positivamente proprio il prossimo anno. Quanto ai nuovi progetti, ce n’è uno che al momento è a livello di idea che sta prendendo forma, ma che intendiamo far partire nel 2022: è la casa accessibile, vale a dire rendere il focolare domestico il più accessibile possibile sia per le persone con disabilità, sia per le persone più anziane. Si parla ovviamente di domotica, ma non solo. E abbiamo già avuto alcuni incontri con realtà molto importanti che operano in quest’ambito.

(RI)GENERIAMO l’anno prossimo si proporrà anche all’estero?

Sappiamo ad esempio che c’è molto interesse per l’attività di (RI)GENERIAMO a livello di Gruppo Adeo, dove qualcosa di simile a quello che stiamo facendo era nell’aria da un po’ di tempo. Fa piacere poter dire di essere arrivati prima degli altri. Quindi, per rispondere, forse sì, nel 2022 (RI)GENERIAMO potrebbe anche varcare i confini. Del resto questi progetti sono davvero delle pepite, per cui tenerli solo all’interno del mondo Leroy Merlin sarebbe riduttivo, più che altro sarebbe un peccato. Condividerli il più possibile anche con altre realtà imprenditoriali, infatti, crediamo che risponda a corrette logiche di business ma soprattutto sia una cosa buona e giusta da fare. (RI)GENERIAMO è la prova che coniugare l’aspetto profit con quello non profit non solo è una cosa fattibile, ma porta una gratificazione, un orgoglio, una serenità enormi a livello personale. Posso testimoniarlo.

Posted by:rigeneriamoit

Una risposta a "Il 2022 di (RI)GENERIAMO: intervista a Marco Lucarno, co-fondatore e amministratore (RI)GENERIAMO"

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...